Classici Contro - articolo e foto della serata del 21 febbraio

"Il prof. Alberto Camerotto sui Classici contro a San Donà"

 

Si riporta quanto scritto a tutti i soci dell'Associazione di Cultura Classica dopo la serata del 21 febbraio a San Donà dal prof. Alberto Camerotto, docente di letteratura greca presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ideatore dei Classici Contro nel 2010 insieme al collega Filippo Maria Pontani.

 

Al Teatro Metropolitano Astra di San Donà di Piave la serata di apertura il 21 febbraio 2018, con un pubblico infinito: non sono bastati i 500 posti  per discutere di giustizia e potere fino a notte. In principio l'emozione dell'intervento di Sotera Fornaro con una durissima Antigone a Berlino e la giustizia nazista che manda alla ghigliottina perfino i giovani liceali e le donne. Le parole della filosofia, con Stefano Maso, a partire dall'adikia di Anassimandro. Ma il nostro immaginario di oggi l'abbiamo visto nei film illustrati da Fabrizio Borin, fino alle immagini di Cesare deve morire dei fratelli Taviani. In azione i giovani formidabili del Liceo Montale di San Donà, dal grande coro iniziale che ha messo in musica la favola dell'usignolo e lo sparviero, dove sembra trionfare la legge del più forte, al corto teatrale dalle Vespe di Aristofane, con il processo che diventa paradosso e con il riso che ci fa comprendere il limite nostro e della nostra giustizia.

Grande merito del successo alla direzione e alla preparazione di Luigi Salvioni e Grazia Dalla Mutta e di tutto il Liceo Montale di San Donà di Piave.

 

Video della serata


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.